Aldo Todini Says Italy Needs Strong and Stable Banking Market

Aldo Todini

Aldo Todini

According to Aldo Todini, an Italian entrepreneur and consultant, and a member of the National Register of Auditors, Italy needs a strong and solid banking system. Monte dei Paschi di Siena has to go back to being a market leader with sharp banking to service our economy, says Aldo Todini.

Aldo Todini, a management consultant for industrial processes and financial assets, maintains that any turbulence is very delicate at this time of great uncertainty for the corporate world. “There is too much volatility in the markets;  I hope that the investigation and the safety of the banks are carried out in the shortest possible time. The Italian financial system cannot waste any more time because it has to restart the Italian system,” says Aldo Todini.

According to Aldo Todini, “The financial market is still recovering; this does not help entrepreneurs and managers who need to minimize areas of uncertainty on the economic front to focus on the challenges of global competition. It’s the cry of alarm,” says Aldo Todini, an expert in business management and relations with financial institutions. “Unfortunately, in a country like Italy, where access to credit is not yet stabilized, continued reports on the Monte dei Paschi di Siena and political interference only get worse with a sense of the precariousness of all actors involved,” says Aldo Todini.

“Italy has the mental resources, productivity and creativitiy,” says Aldo Todini, “to recover quickly from the crisis that is gripping, but the uncertainty of these days is toxic to companies who want to work in an environment with low-risk and medium/long-term return.”

“It’s the case that everyone in the justice, media, banking industry, institutions, and institutional systems want to work to rebuild peace and security of the whole system in a very short time. Companies and Italian families need security in order to continue to be the backbone of our economy,” a worried Aldo Todini hopes. “Italy is not a spread of only 500 points but is a country that has the capacity and resources needed to recover and to continue to be a leader in markets around the world,” according to Aldo Todini. “When I talk to colleagues and friends from around the world, it is clear to everyone that Italy is second to none in terms of production capacity, innovation and creativity of their companies and its inhabitants.”

Aldo Todini has over twenty years of experience in business management for companies in the foreground of the Italian market. His experience includes and embraces the financial aspects of management and Business Process Reengineering. Aldo Todini has been an educational presenter and introduces college students at the University of Udine and the University of Pavia to topics such as creating business value and feasibility studies, relating to the company.

Contact Aldo Todini:
TDK
via Gemona, 25
Udine, Italy

 

**********

L’Italia ha bisogno di un mercato bancario forte e stabile.

Secondo Aldo Todini, un imprenditore e consulente italiano, membro del Registro Nazionale dei Revisori Contabili, L’Italia ha bisogno di un sistema bancario forte e di banche solide. Monte dei Paschi di Siena deve tornare a essere protagonista del mercato e il marcato bancario al servizio della nostra economia, dice Aldo Todini.

Aldo Todini, consulente manageriale per i processi industriali e per le attività finanziare, sostiene che ogni turbolenza è molto delicata in questo momento di grandi incertezze per il mondo aziendale. “C’è già troppa volatilità sui mercati, mi auguro che le indagini e la messa in sicurezza della banca avvengano nel più breve tempo possibile. Il sistema finanziario italiano non può perdere altro tempo perché deve far ripartire il sistema Italia,” continua Aldo Todini.

Secondo Aldo Todini, “Il mercato finanziario è ancora convalescente e questo non giova agli imprenditori e ai manager che devono minimizzare le aree di incertezze sul fronte economico per concentrarsi sulle sfide della competizione globale.” E’ il grido d’allarme di Aldo Todini, esperto di gestione aziendale e di relazioni con organismi finanziari. “Purtroppo, in un paese come l’Italia dove l’accesso al credito non si è ancora stabilizzato, le continue notizie sul Monte dei Paschi di Siena e l’ingerenza della politica non fanno che peggiorare il senso di precarietà di tutti gli attori coinvolti,” dice Aldo Todini.

“L’Italia ha le risorse mentali, produttive e creative,” continua Aldo Todini “per riprendersi in tempi brevi dalla crisi che la sta attanagliando ma l’incertezza di questi giorni è tossica per le aziende che vogliono lavorare in un contesto il più possibile certo, sicuro e di medio/lungo termine.”

“E’ il caso che tutti quelli convolti nell’affare MPS – giustizia, media, industria bancaria, istituzioni e soggetti istituzionali – lavorino per ricostruire una tranquillità e sicurezza di tutto il sistema in tempi brevissimi. Le aziende e le famiglie italiane hanno bisogno di sicurezze per poter continuare a essere la spina dorsale della nostra economia,” auspica un preoccupato Aldo Todini. “L’Italia non è quella dello spread da 500 punti ma un paese che ha le capacità e le risorse che servono per risollevarsi e per continuare a essere protagonista sui mercati di tutto il mondo,” secondo Aldo Todini. “Quando parlo con colleghi e amici di tutto il Mondo è chiaro a tutti che l’Italia non è seconda a nessuno quanto a capacità produttiva, innovatività delle proprie aziende e creatività dei suoi abitanti.”

Aldo Todini ha una più che ventennale esperienza nella gestione aziendale per società di primissimo piano a livello italiano e mondiale. La sua esperienza comprende e abbraccia anche gli aspetti finanziari della gestione e del Business Process Reengineering. Aldo Todini è stato un relatore universitario e lavorando con gli studenti dell’Università di Udine e l’Università di Pavia su argomenti quali la creazione di valore per il business e studi di fattibilità relativi alla realtà aziendale.

Aldo Todini
TDK
via Gemona, 25
Udine, Italy

You must be logged in to post a comment Login